Oxfam: “Il 5% degli italiani ricchi ha il 90% dei più poveri. E gli uomini controllano l’86% di aziende nel mondo”Il 5% più ricco degli italiani è titolare da solo della stessa quota di patrimonio posseduta dal 90 per cento più povero. Mentre a livello globale 26 ultramiliardari (contro i 43 del 2017) possiedono oggi la stessa ricchezza della metà più indigente della popolazione mondiale.
E gli uomini possiedono oggi il 50% in più della ricchezza netta delle donne e controllano oltre l’86% delle aziende.
A calcolarlo, in base a dati relativi alla metà del 2018, è Oxfam, nel rapporto Bene pubblico o ricchezza privata diffuso come ogni anno alla vigilia del World economic forum di Davos. Ampliando le percentuali di popolazione considerate, poi, la ong afferma che il 20% più ricco possiede il 72% del patrimonio totale, mentre il 60% più povero ha appena il 12,4% della ricchezza nazionale.
A livello globale, la ricchezza dei 1.900 miliardari più ricchi tra marzo 2017 e marzo 2018 è aumentata di più di 900 miliardi di dollari, pari a oltre 2,5 miliardi al giorno. Di pari passo si registra la diminuzione della quota in mano alla metà più povera del globo (3,8 miliardi di persone), che è scesa dell’11%.