giovedì 23 giugno 2016

Come gestire gli OPEN DATA scaricabili da openbilanci.it

di Augusto Scatolini (R@P1)

Come sappiamo, dal sito www.openbilanci.it, una volta trovato il comune di proprio interesse, ad esempio Campagnano di Roma, cliccando l'icona in alto a destra si possono scaricare i dati in formato OPEN DATA ovvero CVS (Comma Separated Values).


Nel caso di Campagnano verrà scaricato un file zippato 
CAMPAGNANO-DI-ROMA--3120700150.zip di soli 741 KB

L'estrazione di questo file produrrà una cartella denominata CSV con dentro 1.218 oggetti per complessivi 2,3 MB

Dentro questa cartella CSV troveremo un'altra cartella dentro la quale ci sono 10 cartelle denominate 2005, 2006 fino a 2014, sono i dati per ricostruire 10 anni di bilanci del comune.

Prendiamo, ad esempio, la cartella 2014. Dentro troveremo due cartelle denominate "preventivo" e "consuntivo".

Prendiamo, ad esempio la cartella "consuntivo". Dentro troveremo 15 cartelle denominate 01, 02, ... fino a 15 e una ulteriore cartella denominata 50

Effettivamente le cartelle dovrebbero essere 15 (da 01 a 15) + la n. 50 che sono i quadri che compongono il bilancio consuntivo, ma la cartella n. 07 risulta mancante.

Dato che i dati provengono dal sito del ministero delle finanze, andiamo a controllare sul sito originale ovvero su http://finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/in/cod/4 :



effettivamente il quadro n. 7 risulta mancante anche sul sito del ministero delle finanze.

Per trovare il quadro 7 ovvero 
Quadro 7DETTAGLIO DELLE SPESE IN CONTO CAPITALE PER ACQUISIZIONE DI BENI IMMOBILI (1)
dobbiamo tornare indietro fino al 2012

Dentro ciascuna di queste cartelle ci sono i famosi file in formato CSV in un numero variabile a secondo della cartella

Questo è il contenuto della cartella 01

Questo è il contenuto della cartella 02


Come vanno trattati questi file?

Se aprissimo questi file con un editor ASCII (notepad o blocco note) vedemmo qualcosa di incomprensibile come questo:


Come si può notare l'unica cosa comprensibile è che le informazioni sono contenute dentro un una coppia di virgolette e sono separate da un punto e virgola, appunto CSV.

La specificità di questi dati, che sono in formato OPEN DATA è quella di poter essere letti e rielaborati da programmi come excell o meglio come Calc di LibreOffice, semplicemente importandoli.

Importando, per esempio, il file quadro-2-entrate-titolo-iii-entrate-extratributarie.csv della cartella 02
apparirà questa maschera che ci permetterà di caricarli su un foglio elettronico:


che senza alcuna formattazione apparirà come segue:


ma con una opportuna formattazione potrebbe anche apparire come segue:


Il mio personale consiglio è quello di costruire un foglio elettronico per ogni anno sia per il bilancio preventivo che per il bilancio consuntivo, con un menu principale con tutti i quadri e sotto-quadri del bilancio di questo tipo:


tramite il quale si possano aprire grazie agli opportuni link i vari sheet denominati in modo adeguato dove son ostati importati i vari file CSV


Dove q-011 sta per 1° sotto-quadro del 1° quadro e così via.

Con questa metodologia, dopo aver importato una cinquantina di file CSV nei corrispettivi 50 sheet si otterrà un unico foglio elettronico, navigabile, contenete tutti le informazioni relative al bilancio (per esempio consuntivo) di una specifica annualità. 

Ovviamente si dovrebbe ripetere la stessa operazione per ciascuna annualità sia per il bilancio preventivo che per quello consuntivo.

In definitiva, grazie agli OPEN DATA si può ricostruire la storia di dieci anni di bilanci di qualunque comune italiano.

E' evidente il vantaggio consistente nell'avere tutti questi dati in n° fogli elettronici dove chi vuole e chi è capace può fare qualunque tipo di elaborazione, analisi, confronti e grafici.