sabato 5 giugno 2021

Videointervista a un reporter di guerra --- --- C'E' GUERRA E GUERRA --- --- I media come Blücher a Waterloo --- --- Obama e il Pentagono vedono UFO

 https://fulviogrimaldi.blogspot.com

 


https://comedonchisciotte.org/sancho-18-fulvio-grimaldi-le-guerre-di-fulvio/ 


Media, cavalleria dell'Impero

Questa chiacchierata con Massimo Cascone di "Sancho" ("comedonchisciotte") si svolge intorno alle guerre nelle quali ho vissuto e in quello sulle quali ho anche lavorato da giornalista, videodocumentarista e scrittore. Solo alla fine si accenna a una guerra che di solito non viene definita tale, ma che lo è a pieno titolo, magari anche più perfida e distruttiva di quelle note. Mi riferisco alla guerra contro l'Italia, riflesso di quella che i dominanti conducono contro gran parte dell'umanità e che non si impone per rombo di cannoni, scoppio di bombe, frantumazione di corpi, efferatezze di subumani inselvatichiti.

Ricordate come andò a Waterloo e come si rovesciarono le sorti del mondo e si tornò alla restaurazione? Il genio strategico di Napoleone aveva colpito ancora una volta e le armate inglesi del duca di Wellington erano in ritirata. Ma poi arrivò, del tutto imprevisto da Bonaparte, il prussiano Gebhard von Blücher con la sua sterminata cavalleria e rovesciò la battaglia nell'esito opposto.  Ecco, chi fa da Blücher nella guerra presente se non i media, tutti compatti come cento squadroni di cavalleria. E la nostra Waterloo non sono i virus e i vaccini?

Torno un attimo alle guerre solite. A una di cui parlo nell'intervista, quella contro la Siria invitta che di quei subumani imbarbariti, ha sofferto l'uso mercenario da parte del civile Occidente. Su costoro la manipolazione mediatica della realtà dal vero al suo contrario ha raggiunto il parossismo. Delinquenti e psicopatici del fanatismo e del profitto dal sangue sono stati elevati al rango rispettabile di "oppositori moderati" del "regime del dittatore Assad". Sotto la copertura e con l'armamento degli USA invasori, improvvisate soldataglie curde sono uscite dal proprio territorio e hanno occupato un terzo del territorio siriano. 

 

Curdi, USA, Israele uniti nella lotta

Curdi-USA-Israele, la coltellata alla schiena

I curdi di Siria, mai discriminati e da sempre cittadini a pieno titolo, sono 600mila, lo 06% della popolazione siriana. Hanno approfitato delle basi USA erette in questa zona per costituirsi in Kurdistan autonomo, in vista della spartizione della Siria secondo i piani israeliani. Le bandiere di Israele e Arabia Saudita, svettano accanto alle loro, da tempo appaiate a quelle USA. 

Il vergognoso tradimento dell'unità nazionale di questi complici della tragedia siriana è stato qui rappresentato, con particolare virulenza dagli organi dei neocon americani in Italia, tipo "il manifesto", come riscatto democratico, ecologico, partecipativo, femminista. Un silenzio con buona ragione definibile mortale quello invece su abusi ed espropri compiuti dai curdi in terra araba. Silenzio che seppellisce, anche, la rivolta in atto delle popolazioni arabe occupate. 

 

 Un terzo della Siria regalato dagli USA ai curdi

Martedì scorso a Manbij, strategica città araba a trenta chilometri dal confine turco, occupata e governata dai curdi, una decina di civili arabi che, insieme a migliaia, manifestavano contro le vessazioni curde, sono stati uccisi dalle famose milizie delle sedicenti "Forze Democratiche Siriane", travestimento dell'YPG, la milizia curdo-americana. Non è che un episodio di una rivolta di popolo contro questo mercenariato, insediatosi nelle zone più ricche di petrolio e di terra coltivabile, dopo che l'esercito nazionale siriano aveva cacciato dalla regione l'ISIS. 

Va detto che, dopo 11 anni di resistenza tra indicibili sofferenze, perdite, danni, atrocità, il popolo siriano riesce a tener testa e perlopiù a prevalere contro l'assalto condotto da USA, Nato, Turchia, Israele e rispettivi mercenari curdi e jihadisti. Il valore e la determinazione di questo popolo si è nuovamente espresso nella trionfale rielezione del presidente Bashar el Assad.  Quello che 10 anni fa mezzo mondo aveva deciso di spazzare via in pochi giorni.



Senza vaccino, con vaccino (da VAERS, ente statale USA)

 Torniamo a noi, alla guerra contro l'Italia. Lo vedete il grafico pubblicato dal VAERS, l'ente statale USA incaricato di registrare tutti gli effetti avversi delle tre vaccinazioni. Già era stato scoperto che le morti dal cosiddetto vaccino genico contro il Covid avevano superato in pochi mesi tutte le morti di tutti i vaccini dei precedenti trent'anni. Questo grafico raccpricciante vale più o meno per tutti paesi nei quali si va vaccinando.Ora anche i bambini e ragazzi, contro la drammatica protesta di centinaia di scienziati e medici di altissimo prestigio. Lo chiede la Pfizer appena multata per 2,3 miliardi di dollari per abusi e reati di commercializzazione. E Emer Cooke, l'irlandese per decenni lobbista della stessa Pfizer e di Big Pharma e ora direttrice dell'EMA, agenzia che nell'UE autorizza o rigetta i farmaci, lo concede.

  Base dati ufficiale UE

Il virus di Taranto. Niente vaccino. E nemmeno cure domiciliari

Gli aguzzini della famiglia Riva hanno intascato profitti dalla vendita dell'acciaio ILVA, cavati anche dalle migliaia di morti da inquinamento, cresciuti ininterrottamente con ogni cambio di proprietà, nell'indifferenza dei governi e, oggi, nel silenzio di Conte e Draghi. Del resto non tace, Draghi, anche sulla mafia, in religioso silenzio mentre la Consulta abolisce l'ergastolo per chi NON collabora, la canea sulla liberazione, secondo legge Falcone, di Brusca, punta a farla finita con i collaboratori di giustizia e gli appalti deregolarizzati indicano: "mafia s'accomodi": Tout se tien.  

I Riva sono stati finalmente condannati da un tribunale che ancora merita il nome di amministratore della giustizia. Il merito va anche all'amico Alessandro Marescotti, presidente di Peacelink, indefesso combattente contro le complicità governative, fintoscientifiche (non mancano neanche per il virus) e mediatiche. Con lui misurai il livello micidiale nell'aria e sul terreno del quartiere-camposanto Tamburi e ne ricavai la conferma strisciando il dito sui panni appesi e sulle pareti delle donne inascoltate, orfane dei loro figli o operai (il mio documentario si chiama "L'Italia al tempo della peste").

Non nego la soddisfazione per vedere decretata la complicità di un politico che ha negato tutti i presupposti per i quali ha per anni impiegato tonnellate di retorica. Nichi Vendola, beccatosi 3,6 anni di carcere, ora sbraita contro una giustizia della quale prima aveva detto di fidarsi ciecamente. Oltre ad aver sghignazzato all'aquilana, al telefono col portavoce dei Riva, per aver fregato gli ambientalisti, l'uomo dell'affitto dell'utero di una povera donna, aveva pressato l'ARPA perchè non infierisse contro gli inquinatori e formuilasse in termini più "morbidi" i vincoli previsti dalla legge. Come ecologista, un quaquaraquà, se non peggio.

Quando partono i massmedia....

La disputa sulle origini del Coronavirus, anzi della sua ennesima replica, aveva caratterizzato da subito una molteplicità di opinionisti, medici, studiosi, propagandisti. Artificiale, naturale, da pipistrello, scappato, fatto scappare, i cinesi, i militari USA a Wuhan per i giochi sportivi, lo zar viralista e vaccinista sutatunitese, Anthony Fauci, co-interessato ai laboratori cinesi, Bill Gates che già sapeva tutto e faceva le simulazioni mesi prima, Klaus Schwab (FEM) che si riprometteva di "sfruttare una tale opportunità" per il Nuovo Ordine Mondiale, proprio come i Neocon per la "nuova Pearl Harbour".... Non se ne è mai venuti a capo con una versione su basi scientifiche confermate. E ho la sensazione che, come per altri eventi epocali, ma di matrice oscura, non se ne verrà a capo mai. Invidio chi ha certezze.

 


Ma, da cronista di tutta questa storia e di altri imbrogli grazie ai quali una dozzina di malfattori danarosi si mantengono in cima alla piramide della potenza venale, psicofisica e morale, questo rilancio della teoria della "creazione" del virus mi insospettisce. Carissimi e autorevoli amici la avallano e probabilmente hanno capito qualcosa in più. Ma a me, dopo sessant'anni di scrupolosa osservazione di come, perchè e per cosa si muovono i tentacoli della piovra, questo concorso improvviso di massmedia, di cui si sa chi rappresentano, sulla certezza del virus artificiale, più o meno capitato o voluto, non convince. Anche se lo conforta lo studio scrupoloso di un collega come Franco Fracassi. Neanche lui può avanzare certezze.

Vediamola nell'ottica geopolitica

Intanto si intensifica di giorno in giorno l'aggressione propagandistica e militare (via flotta nel pacifico) degli USA di Biden e Blinken nei confronti di Pechino. La gara tra i due compari - conniventi colludenti - del Great Reset farmaco-digitale-securitario, è allo spasimo. Al tempo stesso l'intera strategia dell'obnubilamento collettivo subisce inediti contraccolpi. 

 


Il vaccino, tuttora sperimentale, e i suoi fantastilioni insidiati dal diffondersi a ondate sismiche delle notizie su morti e altri effetti avversi, infarti, trombosi, miocarditi; lo sconcio dell'estensione coatta-ma-facoltativa del vaccino grazie al cappio del passaporto vaccinale, il dilagare, anche tra sanitari (vedi Piemonte), del rifiuto a fare da cavia; la sciagurata indecenza, su disposizione dei produttori, di accettare la vaccinazione a bambini e ragazzi che già sono immuni di suo al 99,980%; il generale dilagare del dubbio di fronte ai nonsense sadici dei presunti esperti, mirati a non porre fine alla devastazione economica e sociale; l'inflazione incontrollabile che albeggia all'orizzonte e minaccia di farla finita con miliardi già depauperati apposta.....  non merita forse, tutto questo, una grande lavoro di distrazione di massa? Chi più minaccioso del drago cinese?

Virus artificiale, forse. Anche se non si capisce perchè, visto che risulta essere la solita variante annuale del perenne Coronavirus, Sars1, Sars2, Sars indiano, Sars sudafricano, Sars molisano....

Allora, virus creato, virus pompato, o virus capitato? Forse puntare il dito sui cinesi è come  quando si puntò il dito sui piloti sauditi dell'11 settembre.

 

Brutti e cattivi

UFO per la guerra dei mondi

Intanto, appena la neopsicosi USA arriva qui, nella marca colonizzata, chiediamoci perchè Obama, il Pentagono, tutta l'industria militare, tutti i massmedia di regime (Democratico) hanno preso la fola di tipo terrapiattista dei peggiori filmacci sugli UFO e ne stanno facendo la False Flag e la Fake News più imponente dopo il virus di Wuhan. Tutti li hanno visti, si assembrano nei cieli degli USA peggio dei movidisti sul Naviglio o a Trastevere. Nessuna spiegazione possibile sulle loro manovre. Guerra dei Mondi? Sicuramente una "minaccia" da affrontare a forza di miliardate pubbliche per il riarmo nello spazio. Tanto più che pare intravvedere tra questi zuzzurelloni nel cielo stelle su fondo rosso e cupole del Cremlino.

Nessun commento:

Posta un commento